TOBIA RAVA'

Art Stays turns 20

Condividi su:
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Art Stays turns 20

Art Stays compie 20 anni

Il 7 luglio 2022, Art Stays, Festival internazionale di Arti contemporanee di Ptuj celebra i vent’anni di un progetto unico in Slovenia. Attraverso un invito sempre nuovo i direttori, Jernej Forbici e Marika Vicari hanno aperto anno dopo anno ad un dialogo e viaggio con artisti, curatori, musicisti e galleristi, alle arti contemporanee ed internazionali. 

La 20° edizione di Art Stays si intitola POST-PRODUZIONE ed ha due fili rossi tematici principali, che sono interconnessi. Il primo filone si concentra sui 20 anni di storia del festival, che nel corso degli anni ha attraversato temi molto diversi nell’arte contemporanea, dalle relazioni, alla politica, alla natura, alla fragilità della società e dei materiali, al suono e al silenzio, e lo scorso anno alla struttura.

Nella prima sezione, alla Galerija mesta Ptuj (Galleria comunale di Ptuj), presenteremo opere delle precedenti edizioni di Art Stays, perché vediamo l’anno dell’anniversario come un’opportunità e una responsabilità per analizzare il lavoro degli ultimi 20 anni e per delineare nuove direzioni per lo sviluppo del festival e dei suoi prodotti, verso la continuità e una sempre maggiore implementazione di Art Stays nell’ immagine della comunità locale e sue tradizioni, per mezzo di una “post-produzione”.

La mostra Postproduction I, coinvolge artisti ed opere multidisciplinari più “iconici” che hanno segnato lo sviluppo del festival. Tra loro le installazioni, fotografie, quadri, video, documentazione di: Marko Batista, Lynn Book, Joseph Beuys, BridA, Nemanja Cvijanović, Maitha Demithan, Jarmila Džuppova, Dušan Fišer, Regina José Galindo, Interno3 (Manuel Frara), Jaša, Matthias Langer, Zul Mahmod, Robin Meier, Noriko Obara, Yoko Ono, Perino & Vele, Fernando Prats, Laszlo Laszlo Revesz, Kimitake Sato, Marek Schovanek, Santiago Sierra.                                                                                                                                                         Una selezione delle opere dell’attuale mostra è stata ospitata e presentata la scorsa primavera nella prestigioso museo Galerija Božidar Jakac a Kostanjevica na Krki.

Postproduction II, la mostra accolta nella fantastica storica cornice del Monastero Dominicano di Ptuj presenta le nuove poliedriche sculture ed installazioni di artisti già partecipanti e presenti alle passate edizioni del festival che hanno oggi sviluppato o completato i precedenti progetti. Tra gli artisti: Janet Bellotto, Leo Ferdinando Demetz, Johann Feilacher, Resi Girardello, Robert Jurak, Perino & Vele, Alex Pinna, Tomaž Plavec, Tobia Ravá, Olga Schigal, Andrea Tagliapietra, Alice Zanin, Gabrijel Berlič.

Nelle storiche sale barocche del Castello di Ptuj viene aperto un nuovo interessante dialogo intitolato POSTPRODUCTION III con le sculture figurative di affermati artisti italiani Michelangelo Galliani, Marika Ricchi e Valeria Vaccaro e dell’astrazione giapponese di Toru Hamada.                                                                       Come già Galliani e Hamada, già presenti con una selezione dei lavori scultorei in passate edizioni del festival Art Stays, il regista polacco Lech Majewski, partecipa con l’installazione completa di Bruegel Suite nelle sale del Castello, componendo un nuovo viaggio nella tecnologia digitale portandoci dentro al dipinto del maestro fiammingo.

La Galerija Magistrat, storica torre di difesa risalente all’epoca rinascimentale, ospita POSTPRODUCTION IV, la mostra dedicata alla presentazione di una selezione delle opere scultore, pittoriche, fotografiche, create in residenza a Ptuj dagli artisti partecipanti alle passate edizioni. Tra loro: Beti Bricelj, Riccardo Costantini, Ben Darrah, Leo Ferdinando Demetz, Đasper i Đons, Julia Hofstetter, Polona Maher, Igor Molin, Mark Požlep , Tim Roeloffs , Irene Sanchez Garcia, Marek Schovanek, Joachim Seinfeld, Tanja Špenko, Verena Fanny Trausch, Elisabeth Wedenig e altri.

Un viaggio quello di Postproduction che ha, in ogni singola opera ed artista scelto, inizio in una delle passate edizioni ma che nel rinnovarsi e riproporsi nel presente, accetta la sfida importante di proiettarsi verso il futuro senza dover trascurare l’attenzione sempre viva verso lo spettatore, nel costante dialogo e ricerca di comporre nuovi tempi, spazi e percezioni. Con questi presupposti nasce uno sguardo al passato POSTPRODUCTION VI, la storia di Art Stays Festivalalla Galerija Magistrat.

Se il termine Postproduction che e’, spesso associato dagli artisti o dagli addetti ai lavori, con la revisione di dati o opere gia a disposizione, reinventando nuovi dialoghi e protocolli di rappresentazione tra le opere; con POSTPRODUCTION V, vengono presentati da un lato gli interventi degli artisti Pavel Forman e Manfred Moorkamp, dall’altro viene perseguita l’attenzione al progetto Accademie  che prevede quest’anno la partecipazione degli studenti di XIAN ACADEMY, SHENKAR COLLEGE e HUNGARIAN UNIVERSITY OF ARTS.

Del secondo filone fa parte invece il progetto POSTPRODUCTION VII e gli artisti: Costantino Ciervo, Niccolò Masiero Sgrinzatto, Janet Bellotto, Bojan Golčar e Stojan Kerbler che hanno segnato l’ambiente artistico stabilendo attraverso la loro residenza d’artista nuovi processi sociali e comunicativi nella comunità locale nella realizzazione, ampliamento o completamento dei loro progetti. 

Allo stesso tempo, abbiamo invitato a Ptuj artisti audiovisivi delle passate edizioni, che utilizzeranno la loro post-produzione fotografica o video per esaminare e presentare lo sviluppo o il decadimento della nostra città come nel caso di Matthias Langer e Felipe Aguila.

Protagonisti dell’evento inaugurale del 7 luglio saranno:la mostra al Monastero Dominicano POSTPRODUCTION III, laperformance: POST-OPERA di Lynn Book, Sara Korošec – Muzikačaka , Erika Vicari –Transversal Project  con video di Beti Bricelj,  il concerto inaugurale dei KOALA VOICE (Manca Trampuš, Domen Don Holc, Tilen Prašnikar, Miha Prašnikar). Seguirà presso la piazza principale della città il Videomapping live set di MOVIMENTO CREATIVE LABEL (Simone Pucci, Manuele Petrucci, Riccardo Schippa).

Dopo l’evento celebrativo, l’edizione 2022 di Festival Art Stays vivrà nei giorni successivi, altri momenti significativi in particolare con la presentazione dell’imponente ed argomentativa installazione sulla collina del castello di Ptuj, FREE ALL di Costantino Ciervo co-prodotta da ART STAYS a sostegno di un importante progetto a lungo rimasto non realizzato; la performance di LYNN BOOK LIVE con Transversal Project, l’inagurazione dei progetti ed interventi site specific  ONE POINT FIVE di Janet Bellotto, CONSEQUENCES di Bojan Golčar, POSTPTUJ del famoso fotografo sloveno Stojan Kerbler, le fotografie analogiche create in grande formato da Matthias Langer per ART STAYS 2022, VIBRAVOID di Nicolo Masiero Sgrinzatto e l’installazione street art di Jakob Tolstrup.  

Seguirà il videomapping appositamente creato da Movimento Creative Label, la presentazione del film THE MILL & THE CROSS, 2011 di Lech Majewski presso il Cinema della città e AV Live set di MARKO BATISTA, Vitreous Sky – Flight of the Last Bird al Mercato della città, progetto inedito creato per ART STAYS 2022.

Fuori città, sono in programma due interessanti appuntamenti che ci portano a Strnišče. Presso la Galerija FO.VI, si tiene la mostra POSTPRODUCTION VIII dell’artista slovena MARUŠA ŠTIBELJ – Chronically Late ed a Halda, l’atteso appuntamento con l’inauguarzione dell’intervento di land art e volo in mongolfiera del famoso artista sloveno JAŠA: We Have Never Been So Close.

Completano il ricco programma le conferenze, dibattiti con la partecipazione di Lynn Book, Italo Bergantini, Costantino Ciervo, Matteo Galbiati, Francesca Di Giorgio, Alenka Domjan, Lech Majewski, Livia Savorelli, Maruša Štibelj. Seguiranno i laboratori dell’Art Stays Summer Academy per bambini e famiglie al Sončni Park di Ptuj e come da tradizione la finale visita guidata.

Il programma, diretto e curato da Jernej Forbici e Marika Vicari, è stato creato grazie alla collaborazione con gli artisti presenti ed invitati: Felipe Aguila (CHL), Marko Batista (SVN), Janet Bellotto (CAN), Gabrijel Berlič (SVN), Joseph Beuys (DEU), Lynn Book (USA), Beti Bricelj (SVN), BridA (SVN), Costantino Ciervo (DEU / ITA), Riccardo Costantini (ITA), Nemanja Cvijanović (CRO), Ben Darrah (CAN), Leo Ferdinando Demetz (ITA), Maitha Demithan (UAE), Jarmila Džuppova (SVK), Đasper i Đons (SVN), Johann Feilacher(AUT), Dušan Fišer (SVN), Pavel Forman (CZE), Regina Jose Galindo (GTM), Michelangelo Galliani (ITA), Irene Sanchez Garcia (ESP), Resi Girardello (ITA), Bojan Golčar (SVN), Toru Hamada (JPN), Julia Hofstetter (AUT), Interno3 (Manuel Frara)(ITA), Jaša (SVN), Robert Jurak (SVN), Stojan Kerbeler (SVN), Matthias Langer (DEU), Polona Maher (SVN), Zul Mahmod (SGP), Lech Majewski (POL), MOVIMENTO CREATIVE LABEL – Simone Pucci, Manuele Petrucci, Riccardo Schippa (ITA), Muzikačaka (Sara Korošec) (SVN), Nicolo Masiero Sgrinzatto (ITA), Robin Meier (CHE / FRA), Igor Molin (ITA), Manfred Moorkamp (DEU), Noriko Obara (JPN), Yoko Ono (USA/JPN), Perino & Vele (ITA), Alex Pinna (ITA), Tomaž Plavec (SVN), Mark Požlep (SVN), Fernando Prats (CHL), Tobia Ravá (ITA), Laszlo Laszlo Revesz (HUN), Marika Ricchi (ITA), Tim Roeloffs (HOL), Kimitake Sato (JPN), Olga Schigal (RUS), Marek Schovanek (CAN / CZE), Joachim Seinfeld (DEU), Santiago Sierra (ESP), Tanja Špenko (SVN), Maruša Štibelj (SVN), Andrea Tagliapietra (ITA), Jakob Tolstrup (DNK), Transversal Project (Erika Vicari) (ITA), Verena Fanny Trausch (ITA / DEU), Valeria Vaccaro (ITA), Elisabeth Wedenig (AUT), Alice Zanin (ITA)

 le gallerie ed istituzioni internazionali: Galerie Joan Prats, Barcelona, Cris Contini, Londra, Galleria Alfonso Artiaco, Napoli, Fondazione Bonotto, Molvena, Romberg, Latina, Prometeo Gallery di Ida Pisani, Milano, Punto Sull’Arte, Varese, Galleria Anna Marra, Roma, Galleria Paola Simondi, Torino. 

Il programma completo è disponibile sul sito www.artstays.si

POSTPRODUCTION,  FESTIVAL ART STAYS, 2022

Direttori e curatori: Jernej Forbici e Marika Vicari

Weekend inaugurale: 7 luglio-10 luglio 2022

Date: 7 luglio- 18 settembre 2022

Organizzatori del Festival KUD Art Stays, Prešernova ulica 1, 2250 Ptuj, info@artstays.si

Info Point Festival Galerija Art Stays, Slovenski trg 1, 2250 Ptuj.

ART STAYS 2022 – ITA

ART STAYS 2022 – PRESS RELEASE